RESP. AMMINISTRATIVA E ANTICORRUZIONE

Lo standard ISO 37001 Anti-bribery management systems, è stato creato per sostenere le organizzazioni nella lotta alla corruzione e promuovere una cultura d’impresa etica.

Tale norma, specifica le misure e i controlli anti corruzione adottabili da un organizzazione, per monitorare le proprie attività aziendali al fine di prevenire la corruzione.

La norma richiede:

  • la predisposizione di una politica anticorruzione;
  • l’individuazione di un incaricato (oltre all’impegno del top management);
  • la formazione a tutti gli interessati;
  • la valutazione dei rischi specifici;
  • la definizione di relative procedure per i controlli commerciali e finanziari o per la regolamentazione di omaggi e regali;
  • il monitoraggio dei fornitori e dei partner commerciali;
  • l’istituzione di procedure di segnalazione e indagine.

Essendo strutturata secondo la high level structure, può essere integrata facilmente con gli altri sistemi di gestione, come la ISO 9001, e i suoi obiettivi possono essere inclusi nel piano di miglioramento continuo

Vantaggi

  • attraverso l’adozione della norma ISO 37001, è possibile andare oltre il rispetto dei requisiti minimi legali e adottare un approccio sistemico rivolto alla prevenzione e al contrasto della corruzione, secondo la metodologia tipica del Plan – Do – Check – Act, orientata al miglioramento continuo;
  • dal punto di vista della governance, gli amministratori potranno dimostrare di aver assolto il proprio compito e dovere di assicurare che l’organizzazione abbia implementato adeguati controlli per la prevenzione dei rischi connessi alla corruzione;
  • sul piano dei rapporti con gli stakeholders, l’esistenza di un sistema di gestione per la prevenzione della corruzione, risponde alle maggiori richieste che le misure di controllo interno includano la valutazione delle questioni etiche e di integrità;
  • la certificazione attesta l’adozione di buone prassi contro la corruzione, riconosciute a livello internazionale e può quindi costituire (come per ISO 45001 -ex OHSAS18001- per i reati in materia di Salute e Sicurezza) uno strumento di difesa da parte dell’organizzazione
  • la certificazione ISO 37001 potrà essere utilizzata a riprova del possesso del requisito di cui all’art. 3, comma 2, del Regolamento attuativo del Rating di Legalità, che richiede l’adozione di modelli organizzativi di prevenzione e contrasto alla corruzione ai fini dell’assegnazione di un +, utile alla maggiorazione del punteggio (Delibera AGCM del 14 novembre 2012, n. 24075)
  • Per quanto riguarda il mondo dei contratti con soggetti pubblici, l’impiego della certificazione ISO 37001 può essere un elemento premiale per il rating d’impresa ai sensi dell’ANAC